2 Borrello Evangelista300.jpg

Nel lontano 1907 a Borrello, caratteristico paesino montano, viveva il Sindaco/Podestà, Antonio Evangelista, persona autoritaria e severa, ma molto stimato e rispettato, noto per la sua spiccata passione per l’alchimia. Nelle lunghe e gelide serate invernali, il Sindaco soleva prepararsi una speciale bevanda, che, scaldata al fuoco del camino, emanava un profumo intenso ed inebriante, vero antidoto al freddo intenso, ma anche un momento di edonistico relax.

Le continue e insistenti richieste per questa bevanda definita ormai “magica” o che “scaldava anche l’anima”, spinsero il Sindaco a commercializzarla con il nome di Punch Abruzzo, fondando, così, la ditta Evangelista liquori.

Il Punch Abruzzo, nato come drink da bere “Caldo” in inverno, venne subito apprezzato ed amato anche “Freddo”, come Digestivo o sul gelato per un delizioso Affogato, nel caffe’, nei dolci.

Oltre al Punch Abruzzo, Antonio Evangelista, coadiuvato dai suoi figli Felice, Domenico, Gentile ed Erminia, creò altri liquori di spicco: Centerbe, Amaro Igea, Anisetta, Mefistofele, Maga della Foresta, Aperitivo Jolly, Dry Gin e così via, tutti altamente apprezzati. Numerosi i riconoscimenti e le medaglie d’oro attribuite all’azienda nelle varie competizioni sulle eccellenze italiane. Durante il periodo della II° Guerra Mondiale, Borrello fu bombardato e la ditta, benchè distrutta, ebbe la forza di rialzarsi con tenacia e dedizione e negli anni ‘60 il nome Evangelista si affermava pienamente per la qualità dei suoi prodotti.

D’inverno Borrello continuava a presentare il solito scenario meteo con le problematiche connesse, cosi nel 1983, Il primogenito Cav. Felice Evangelista, anche lui Sindaco di Borrello, persona lungimirante,decideva di trasferire la ditta a Sambuceto (Chieti), decisione sofferta, ma necessaria per la sopravvivenza e la crescita dell’azienda. A Borrello rimanevano una strada intestata a “Antonio Evangelista el’antico stabilimento sulla cui facciata si può ancora oggi leggere “Premiata Distilleria Evangelista”.

Nella nuova sede, Evangelista liquori è riuscita a crescere e ad affermarsi prepotentemente, su gran parte del territorio Nazionale ricevendo numerosi iriconoscimenti, tra cui l’Ercoled’Oro, , Leone d’Oro, L’Aquila Reale ed altri importanti attestati. La ditta riusciva anche a varcare i confini affermandosi all’estero.

Nel 2011, durante una durissima competizione di prodotti di eccellenza, il severissimo Beverage and Testing Institute di Chicago assaggiava il Punch Abruzzo definendolo “Exceptional Liquor” e gli attribuiva la medaglia d’oro. Evangelista liquori è da anni presente in mercati important quali Canada, Ohio, Canada, Australia, Olanda, Belgio, Francia ed Inghilterra. A Londra i locali più esclusivi hanno inserito i liquori Evangelista nei loro preziosi menù, questo grazie ad Ascensina Evangelista trasferitasi lì per seguirne da vicino il mercato e per la sua passione, testardaggine, costanza e spirito di sacrificio i liquori di famiglia ed è “spiritosamente” chiamata “Lady Limoncello” o “Living Legend”.

Oggi Marco Cosanni Evangelista, coadiuvato dai genitori Claudio e Ascensina, continua con impegno e dedizione a portare avanti l’antica tradizione. Evangelista liquori con l’esperienza convalidata, è sempre protesa verso sfide ambiziose, infatti è riuscita a creare prodotti impegnativi e innovativi quali Limoncello Biologico, Punch Abruzzo “Riserva” e Amaro “Riserva” entrambi invecchiati in botti di rovere, Genziana al vino Pecorino, Meloncello, Genziana Aroma Fumo.

Evangelista liquori: sorsi di piacere per ritrovare il “Vero Spirito” d’Abruzzo

1.jpg 2.jpg 3.jpg 4.jpg 5.jpg 6.jpg 7.jpg
8.jpg 9.jpg 10.jpg 11.jpg 12.jpg 13.jpg 14.jpg
15.jpg 16.jpg 17.jpg 18.jpg 19.jpg 20.jpg 21.jpg